News

Aulab, Epicode, Boolean: come scegliere una coding factory

Le coding factory sono aziende del settore edu-tech dal taglio B2C e B2B. Offrono servizi di formazione ad aspiranti lavoratori in ambito tech e digital, e al contempo servizi di selezione e reclutamento personale alle aziende che operano nel medesimo settore. Come scegliere dunque la giusta coding factory, tra le tante disponibili?

Come scegliere una coding factory, in breve:

  • Le coding factory sono aziende del settore edu-tech che offrono principalmente percorsi di studio finalizzati alla formazione di sviluppatori web.
  • Collaborano con le aziende del settore digital e tech, con l’obiettivo di fornire a queste ultime un servizio di selezione e reclutamento di studenti e studentesse meritevoli.
  • La collaborazione permette anche di arricchire l’offerta formativa di corsi specifici per le figure più richieste dal mercato.
  • Le coding factory svolgono dunque un servizio di upskilling (per chi non ha esperienza lavorativa), reskilling (per chi ha già esperienza lavorativa).
  • I costi dei corsi offerti da questi istituti vanno dai 2 agli oltre 5 mila euro.
  • Nella scelta, è bene valutare: specificità degli insegnamenti, modalità di erogazione dei corsi, tassi di placement, ampiezza del network aziendale, opzioni di finanziamento.

Le coding factory sono aziende del settore edu-tech, che offrono principalmente, ma non esclusivamente, percorsi di studio finalizzati alla formazione di sviluppatori web, attraverso corsi intensivi che permettono di apprendere, da zero, competenze tecniche spendibili nel mercato del lavoro tech.

 

La doppia natura delle coding factory

Oltre a fornire in ambito digital e tech, le factory collaborano anche con aziende del medesimo settore, fornendo a queste ultime un servizio di selezione e reclutamento di studenti e studentesse meritevoli che si sono formati nell’istituto.

Questo doppio servizio consumer/business, permette alle factory di:

  • Accrescere il dato di placement dei propri iscritti (più ampio è il network di aziende che utilizza la piattaforma di recruitment della scuola, più alta è la possibilità degli iscritti di trovare uno sbocco lavorativo a termine del percorso).
  • Erogare corsi sulla reale esigenza delle figure richieste dal mercato (per questo è frequente trovare nei programmi di questi istituti anche corsi in web design, cyber security, data analysis e digital marketing).

 

Per chi sono pensate le coding factory

Le coding factory offrono un percorso rapido e alternativo ai tradizionali corsi di studio, e sono principalmente scelte da:

  • Chi è privo di esperienza lavorativa, e desidera avvicinarsi al settore tech e digital attraverso un corso verticale, pratico e con alti tassi di placement.
  • Chi già lavora nel settore digital e tech (ma non solo) e vuole aggiornare le proprie competenze, o cercare nuovo opportunità di impiego attraverso un rapido percorso di reskills.

 

Come scegliere una Coding Factory: criteri di valutazione

I costi dei percorsi di studio proposti dalle coding factory vanno dai 2 agli oltre 5 mila euro. Sceglierne una è dunque un investimento significativo, che richiede una valutazione ponderata.

Questo articolo è pensato per assistere aspiranti professionisti del settore digitale nella scelta dell’istituto che meglio risponde alle proprie aspirazioni professionali ed esigenze personali.

Perciò, prima di scegliere la propria coding factory, è bene prestare attenzione ad alcuni criteri.

Specificità dei corsi

Obiettivo di queste scuole è quello di offrire percorsi pratici e verticali finalizzati all’inserimento lavorativo, tralasciando l’orizzontalità teorica dei percorsi di studio più lunghi e tradizionali. Per questo è importante valutare quali sono le tecnologie e le pratiche proposte nei curriculum di insegnamento, ovvero: quali linguaggi di programmazione si insegnano, e dunque quali sono le reali opportunità di carriera che queste specializzazioni offrono. Se desideriamo progettare software piuttosto che app o siti web, si tratta di linguaggi differenti, dunque percorsi differenti, dunque potenziali factory differenti.

Modalità di apprendimento

Di solito in questi istituti gli studenti vengono coinvolti nello sviluppo di un progetto collettivo, applicando quanto appreso durante una preliminare fase teorica di studio. L’obiettivo è quello di far lavorare gli aspiranti sviluppatori sin da subito, su un caso studio che poi fungerà anche da portfolio lavorativo. La discriminante in questo caso riguarda quindi:

  • La presenza attiva di insegnanti e tutor per la parte teorica, oltre che pratica.
  • La quantità di ore effettive di corso (a prescindere dalla durata temporale).
  • L’intensità della partecipazione richiesta (full-time o part-time).

Onestà sui tassi di placement

Il tasso di impiego dei diplomati è un indicatore significativo dell’efficacia del programma, e per questo molto enfatizzato in fase promozionale, ma come già abbiamo spiegato qui, spesso è un dato fuorviante, o incompleto, perché può non tenere conto dei tassi di abbandono. Un dato quest’ultimo difficile da reperire ma che ridimensionerebbe l’idea che tutti possono fare i programmatori e, soprattutto, possono imparare a farlo bene in 6 mesi.

Supporto post-corso

Il supporto offerto dopo il completamento del corso è altrettanto importante quanto l’istruzione stessa. Questi istituti forniscono sempre servizi di assistenza per la ricerca di lavoro, ma i loro tassi di placement non sono correlati ai laboratori di scrittura CV o alle simulazioni di colloquio, bensì dall’ampiezza del network di aziende sviluppato dalla scuola, e dalla sua qualità. Quante aziende collaborano con quella factory, e che tipo di aziende, può dirci molto sulla serietà del progetto formativo che sta alla base, e sulla concreta possibilità di trovare un lavoro.

Costi e opzioni di finanziamento

Infine, considera il costo totale del corso (in relazione alla quantità di ore effettive erogate), e le opzioni di finanziamento disponibili. Alcune coding factory offrono borse di studio, prestiti agevolati, o modelli di pagamento basati sui successi futuri, come i contratti di reddito condiviso, dove il pagamento viene effettuato solo dopo aver trovato un lavoro e guadagnato un salario oltre una certa soglia.

 

Analisi delle Coding Factory Italiane

Vediamo ora le principali coding factory presenti in Italia.

Aulab

Aulab è una coding factory con sede a Bari, che si occupa di formazione – attraverso corsi mirati e bootcamp –, e sviluppo web software – attraverso una software house interna che si occupa di realizzare web app, app mobile, eCommerce e siti web. Aulab è stata fondata nel 2014 da Davide Neve e Giancarlo Valente.

Caratteristiche:

  • Formazione: il corso principale, Hackademy Full-stack Developer, è un bootcamp di 400 ore focalizzato sullo sviluppo web e la programmazione Object Oriented. Il corso può essere affrontato in modalità full-time (3 mesi) o part time (6 mesi). Il costo non è indicato, ma dovrebbe aggirarsi intorno ai 4000 €, con opzioni di finanziamento disponibili​.
  • Altri corsi: Aulab offre anche corsi part-time e masterclass su temi specifici come Cyber Security, React JS, Intelligenza Artificiale, e Web Design​.
  • Modalità di fruizione: i corsi si svolgono sia in presenza che online.
  • Career Lab: Aulab offre un supporto per l’inserimento lavorativo classico, con servizio di career coaching che aiuta gli studenti a preparare il CV ed effettuare simulazioni di colloqui​.
  • Network: Aulab ha un network composto da oltre 800 aziende​​.

Boolean

Boolean è una tech accademy fondata nel 2018 dall’ingegnere informatico Fabio Forghieri e dal marketing manager Roberto Marazzini. Dal 2021 è parte del gruppo editoriale Alpha Test, specializzato in test di ammissione e concorsi e nell’erogazione di servizi per la formazione di figure professionali del settore digitale.

Caratteristiche:

  • Formazione: il corso principale di Boolean è un bootcamp di 700 ore in Full-stack Web Development, da svolgere in modalità full-time (6 mesi) al costo 5300 € (applicano sconti).
  • Altri corsi: oltre il bootcamp full-time, Boolean offre tre corsi part-time: back-end developer (6 mesi), data analytics (6 mesi), UX/UI design (4 mesi); e due corsi gratuiti: Data Analytics (4 ore); basi dello sviluppo web (15 ore).
  • Modalità di fruizione: tutti i corsi di Boolean si svolgono online.
  • Career Service: Boolean mette a disposizione degli studenti dei tutor che li assistono nell’apprendimento durante i corsi. Fornisce un servizio di career coaching per aiutare gli studenti a scrivere il CV e fare simulazioni di colloqui.
  • Network: Boolean si appoggia a una rete di oltre 2000 aziende​.

Develhope

Develhope è una piattaforma edu-tech con sede a Palermo, fondata nel 2019 da Massimiliano Costa, Sasa Sekulic e Alessandro Balsamo. Offre corsi online per aspiranti sviluppatori web e data analyst.

Caratteristiche:

  • Formazione: i Develhope ha in programma 2 bootcamp di 700 ore per la formazione di Back-End Java Developer e Full-Stack Web Developer, al costo di 4500 € e da svolgere in modalità full-time. A questi, si affianca un bootcamp di 300 ore in Front-End Web Developer, da svolgere in modalità part-time al costo di 3700 €.
  • Altri corsi: oltre ai bootcamp, Develhope offre corsi part-time in Digital Marketing/AI Specialist (10 settimane) e AI & Data Analyst (4 mesi)​​.
  • Modalità di fruizione: tutti i corsi si svolgono interamente online.
  • Career Service: Develhope supporta gli studenti con tutor online, human coach per sviluppare soft skills e career advisors per aiutare nell’inserimento lavorativo. Il servizio include la preparazione del CV e simulazioni di colloqui​​.
  • Network: Develhope ha un network composto da 250 aziende.

Epicode

Epicode nasce nel 2020 a Roma. È stata fondata da Claudio Vaccaro, Ivan Ranza, Andrea Febbraio e Marco Rosci. Si definisce una Career Acceleration Platform, ovvero una piattaforma formativa che propone corsi orientati all’inserimento diretto nel mondo del lavoro digital e tech.

Caratteristiche

  • Formazione: Epicode ha in programma 2 bootcamp. Uno per la formazione verticale di Full-Stack Developer, da svolgere in modalità full-time, al prezzo di 4900 €. Uno per la formazione orizzontale di Web Developer, da svolgere in modalità part-time, al prezzo di 3700 €. Non è indicato l’ammontare di ore di corso, ma solo il tempo: 6 mesi.
  • Laurea: Epicode fornisce anche un percorso di laurea certificato in Computer Engineering & AI, della durata di tre anni e da svolgere totalmente online.
  • Altri corsi: Epicode fornisce anche corsi full time e part time in cyber security, data analytics e digital marketing.
  • Modalità di fruizione: tutti i corsi si svolgono online.
  • Career Services: Epicode supporta gli studenti con career coaching individuale, che segue lo studente durante il percorso di studio, e un servizio di assistenza all’inserimento lavorativo, che aiuta nella preparazione del CV e nelle simulazioni di colloqui da svolgere con le aziende partner​​.
  • Servizi per le aziende: Epicode ha un network di oltre 800 aziende​​.

 

Due alternative alle Coding Factory

TomorrowDevs

TomorrowDevs è una piattaforma di formazione per programmatori a cui si accede tramite abbonamento mensile. Nasce nel 2020 a Biella per volontà di Simone Torrisi, sviluppatore web con oltre vent’anni di esperienza sul campo, che lavora come Software Architecture Consultant e mentor in TomorrowDev.

Caratteristiche:

  • Formazione: TomorrowDevs offre percorsi formativi della durata di 4 o 6 mesi, strutturati sul livello di esperienza degli studenti: principianti (senza esperienza di sviluppo), intermedio (dedicato a chi ha già studiato la materia ma ha poca esperienza), avanzato (per chi è già sviluppatore),
  • Altri corsi: TomorrowDevs si focalizza solo sullo sviluppo. Oltre i percorsi strutturati per livello, offre servizi di mentorship specifici per chi già lavora come front-end developer o back-end developer.
  • Modalità di fruizione: tutti i corsi e le sessioni di mentorship sono erogati online​.
  • Career Services: TomorrowDevs non offre servizi di career service, perché il suo metodo si basa sul mentoring, cioè sul fornire agli studenti un mentor che lo aiuta nello sviluppo delle proprie competenze​, garantendo un supporto mirato al raggiungimento degli obiettivi professionali.
  • Servizi per le aziende: TomorrowDevs non offre servizi per aziende.

42 Italia Luiss

42 Italia Luiss è una scuola di coding gratuita con sede a Firenze e Roma. Fa parte del Network 42, rete internazionale di campus che riunisce le sedi mondiali dell’Ecole 42, scuola di programmazione no-profit fondata nel 2013 in Francia da Xavier Niel, patron di Iliad, insieme a Nicolas Sadirac, Kwame Yamgnane e Florian Buche, membri della scuola di informatica Epitech.

  • Formazione: la scuola offre un programma di formazione strutturato su livelli, dal base all’avanzato, per l’apprendimento di: programmazione imperativa, orientata agli oggetti, funzionale, algoritmi e intelligenza artificiale, grafica. Ogni percorso ha una durata variabile, dai 4 ai 18 mesi​.
  • Altri corsi: la scuola 42 è focalizzata solo sulla programmazione, non offre altri tipi di corsi.
  • Modalità di fruizione: i percorsi di formazione si seguono in presenza. Si accede gratuitamente ma previa selezione, e si segue nei tempi e nelle modalità che più si preferisce, senza vincoli di orario.
  • Career service: la scuola non ha un servizio di career service, ma si basa sulla collaborazione e l’apprendimento attivo in modalità peer-to-peer, così da sviluppare competenze sia tecniche che relazionali, fondamentali per il lavoro.
  • Servizi per le aziende: la scuola è parte di una rete globale che favorisce scambi culturali e professionali, ma non offre servizi per le aziende.

 

Considerazioni Finali

Le coding factory rappresentano una valida alternativa ai percorsi tradizionali di formazione, perché offrono opportunità upskills e reskills tramite cui entrare nel mercato del lavoro tech o riposizionarsi qualora si sia già dentro.

Tuttavia, è fondamentale scegliere con attenzione la factory che meglio risponde alle proprie ambizioni professionali, valutando non solo le promesse di rapida occupazione, ma anche la specificità della formazione offerta, il reale supporto post-corso e la trasparenza delle statistiche di placement.

Indice

Potrebbe interessarti anche:

Una guida alla creazione di pagine prodotto efficaci: a cosa servono, come sono fatte, quali elementi si utilizzano per attirare l’attenzione degli utenti e spingerli alla conversione, come si differenziano per categoria merceologica. Tutto sulle pagine prodotto ecommerce.
L’evoluzione del mercato digitale rende indispensabile un percorso di formazione continua. Le piattaforme edu-tech offrono risorse educative accessibili e flessibili, utili a sviluppare competenze professionali e di business in campo digitale e non solo. Una guida ai portali edu-tech e all’apprendimento online, dai MOOC alle piattaforme di aziende tecnologiche.
Come arrivare preparati a uno degli eventi commerciali più attesi dell’anno. Strategie commerciali e di comunicazione per ottimizzare le vendite, acquisire nuovi clienti, liberare il magazzino, migliorare il profitto e posizionare i prodotti.
6 italiani su 10 preferiscono acquistare su un eCommerce per combattere l’inflazione. In questo articolo vediamo gli strumenti che Facebook, Instagram e Whatsapp mettono a disposizione per ottimizzare e accrescere la customer experience del nostro store online.
Inviare mail senza sapere chi le leggerà è come scoccare una freccia al buio sperando di fare centro. Possiamo avere fortuna, ma la possibilità di essere percepiti come i volantini che riceviamo nella cassetta della posta è alta. Impariamo dunque a calibrare la frequenza, il contenuto e il tono di voce delle email, garantendo utilità e valore a chi le riceve.
I motori di ricerca premiano i siti che forniscono un’esperienza affidabile, pertinente e autorevole. Una guida SEO per costruire i contenuti del tuo eCommerce seguendo il principio del buon senso, attraverso pratica, strumenti e fonti
Il settore eCommerce è in costante crescita e con esso cresce la richiesta di figure capaci di costruire, gestire, ottimizzare un attività commerciale online. In questo articolo vediamo alcuni dei principali corsi in partenza nella seconda metà del 2023, erogati da enti di alta formazione.
Nati poco più di una decina di anni fa in America, i coding bootcamp sono oggi una realtà affermata e diffusa anche in Italia, dove si pongono come ponte diretto tra il mondo della formazione e quello del lavoro in ambito tech e IT.
Sapersi orientare nel vasto panorama dell’offerta formativa dell’apprendimento continuo è fondamentale per avere una formazione soddisfacente e proficua.